Donazioni Organi e Tessuti

A tutti i cittadini viene data la possibilità (non l’obbligo) di esprimere la volontà in merito alla donazione dei propri organi. Attraverso la dichiarazione di volontà ogni singolo cittadino ha la possibilità di esprimersi liberamente, facendo in modo che, in caso di morte, la sua volontà non venga violata dalle decisioni altrui, sia che si tratti di una dichiarazione favorevole alla donazione che sfavorevole (si può anche decidere di lasciare per iscritto di non voler diventare un donatore).
Attualmente le modalità per esprimere la volontà sono le seguenti:

  • – la compilazione del tesserino blu del Ministero della Salute che deve essere conservato insieme ai documenti personali. 
  • – la registrazione della propria volontà presso la ASL di riferimento o il medico di famiglia;
  • – una dichiarazione scritta che il cittadino porta con sé con i propri documenti. A questo proposito il decreto ministeriale 8 aprile 2000 ha stabilito che qualunque nota scritta che contenga nome, cognome, data di nascita, dichiarazione di volontà (positiva o negativa), data e firma, è considerata valida ai fini della dichiarazione;
  • – l’atto olografo di una delle associazioni di settore.
  • Quando la propria volontà viene registrata alla ASL, i dati vengono inseriti in un archivio del Centro Nazionale per i Trapianti che è collegato con i Centri interregionali. In caso di possibile donazione in un soggetto di cui venga accertata la morte, i medici rianimatori verificano se questi ha con sé la dichiarazione o ha registrato la volontà nell’archivio informatico.
    Se un cittadino non esprime la propria volontà, al momento attuale la legge prevede la possibilità per i familiari (coniuge non separato, convivente more uxorio, figli maggiorenni e genitori) di opporsi al prelievo durante il periodo di accertamento di morte.
    Pertanto è bene parlare anche con i propri familiari, poiché, in assenza di dichiarazione, essi vengono interpellati dai medici circa la volontà espressa in vita dal congiunto. Per i minori sono sempre i genitori a decidere. Se uno dei due è contrario, il prelievo non può essere effettuato. Il cittadino può modificare la dichiarazione di volontà in qualsiasi momento. Sarà ritenuta valida, sempre, l’ultima dichiarazione prestata secondo le modalità previste. Riassumendo:
    In caso di morte possono verificarsi tre casi:

    1. Il cittadino ha espresso in vita la volontà positiva alla donazione, in questo caso i familiari non possono opporsi: donazione si.

  • 2. Il cittadino ha espresso volontà negativa alla donazione, in questo caso non c’è prelievo di organi: donazione no.
  • 3. Il cittadino non si è espresso, in questo caso il prelievo è consentito se i familiari non si oppongono: donazione si/no

Uffici e referenti ASL Roma 3 preposti alla raccolta della volontà

Municipio X

Referente Aziendale Daniela Sgroi

Indirizzo Via Casal Bernocchi, 73 00126 Roma

Telefono 0656487429 

Fax 0656487424

Email daniela.sgroi@aslroma3.it

Referente Aziendale Sonia Trevisan

Indirizzo Via Casal Bernocchi, 61

Telefono 0656487053

Fax 0656487764

Email medicinadibase.d2@aslroma3.it

Comune di Fiumicino

Referente Aziendale Dina Mettimano

Indirizzo via Coni Zugna, 173 00054 Fiumicino

Telefono 0656483821

Fax 0656483808

Email distretto.fiumicino@aslroma3.it

Orari Lunedì Mercoledì Venerdì ore 8.00-13.00

Martedì e Giovedì ore 8.00-17.00

Municipio XI

Indirizzo Via Vaiano, 53 Roma

Telefono 0656485555

Orari Lunedì e Mercoledì ore 8.30-12.30

Municipio XII

Referente Aziendale Cristina Cristofaro

Indirizzo via Portuense 292- Ospedale Spallanzani

Telefono 0655170750

Email guido.ionta@aslroma3.it

Orari Martedì e Mercoledì ore 8.30-12.00

Donazione midollo osseo e sangue del cordone ombelicale

Perché Diventare Donatore Di Midollo Osseo

L’unica cura efficace contro molte malattie del sangue come leucemie, linfomi e mielomi è il trapianto di midollo osseo. Purtroppo, solamente una persona ogni 100.000 è compatibile con chi è in attesa di una nuova speranza di vita.

Iscrizione
Parte tutto da qui. Scrivi una email a servizio.trasfusionale@aslroma3.it e richiedi un appuntamento per una visita di idoneità alla donazione di midollo osseo scrivendo il nome cognome e il tuo numero di telefono. Ti contatteremo successivamente per concordare insieme l’appuntamento. Nella sezione Modulistica nel sito AslRoma3 puoi scaricare e compilare tutti i moduli necessari per la visita medica da portare con te il giorno dell’appuntamento.

Il giorno dell’appuntamento, dopo un colloquio con il medico, e se sei stato dichiarato idoneo, potrai essere sottoposto a un prelievo venoso di 3 provette di pochi ml per la tipizzazione HLA.


Tipizzazione

È necessaria l’analisi di un campione di sangue dal quale ricavare il tuo profilo Donatore ed entrare nel Registro Italiano Donatori Midollo Osseo IBMDR

Match

Se il tuo profilo donatore coincide con quello di un potenziale ricevente, verrai contattato dal Centro Donatori ed insieme continuerete il percorso di donazione.

Tali informazioni vengono poi inserite nel Registro Nazionale, collegato con tutti i Registri internazionali.

Da quel momento sarai un potenziale donatore di midollo osseo.

La disponibilità del donatore, anonima e gratuita, non ha limiti geografici: potresti donare per un paziente italiano come per un paziente che vive dall’altra parte del mondo.

Ma non sarai tu a doverti spostare: il servizio sanitario si occuperà di trasportare il tuo prezioso dono lì dove ci sarà bisogno.

Il donatore, inoltre, diventa effettivo solo nel caso di compatibilità con un paziente: l’adesione formale, firmata all’atto del primo prelievo, ha valore di impegno morale. Fino all’ultimo il donatore può ritirare il proprio consenso e in tal caso si possono immaginare le conseguenze per il paziente in attesa di trapianto

 

Chi fosse interessato a donare di midollo osseo deve rivolgersi alle strutture sanitarie che partecipano al programma nazionale “donazione di midollo osseo”, le quali invieranno i dati dei potenziali donatori al Registro Nazionale Donatori di Midollo Osseo (IBMDR).
Per quanto riguarda il sangue cordonale invece le coppie potranno dare il proprio assenso alla donazione durante le visite prenatali. In seguito prenderanno parte a un colloquio informativo dove verranno loro illustrate le modalità della donazione e raccolti i dati anamnestici (le informazioni riguardanti i precedenti patologici e fisiologici, personali ed ereditari), fondamentali per stabilire l’idoneità o meno della potenziale donatrice.

LINK UTILI

Modulistica Donatori SCO

Modulistica Donatori Cellule staminali

Il Centro Nazionale Trapianti

Donazione Organi e Tessuti

Servizi dalla A alla Z

Comunicato stampa – sospensione dei servizi della piattaforma MOR per l’intermediazione degli ordini elettronici del SSR

Come pubblicato nella sezione “Nodo di smistamento degli ordini di acquisto delle amministrazioni pubbliche (NSO)” del sito istituzionale della Ragioneria Generale dello Stato e nella sezione “Comunicazioni Aziende Sanitarie – Ordini Elettronici degli Enti del SSR” del sito istituzionale della Regione Lazio, si avvisano i fornitori del SSR che

Read More »